Ordine dei giornalistiFNSI
GIST Gruppo Italiano Stampa Turistica Viale Montesanto 7 - 20124 Milano tel. 334 8752991 email posta_gist@libero.it
Vota:
  • Currently 3/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Malta una perla al centro del Mediterraneo


Testo e foto di Tiziano Argazzi

 

L'arcipelago è meta privilegiata per chi è alla ricerca di un'autentica vacanza di mare. Oggi con Ryanair è ad appena due ore di volo da Bologna

 

 

Arrivi a Malta da straniero, riparti da amico. Questo vecchio detto, sembra coniato apposta per questa terra, dalla storia millenaria, che affascina fin dal primo momento che appare all'orizzonte, ben piantata nel cuore del Mediterraneo, ad appena 80 chilometri a sud della Sicilia, simile ad una tavolozza dai tanti colori, sapientemente miscelati. Dal blu cobalto del Mediterraneo, al rosso intenso del sole, al giallo ocra del calcare che primeggia nell'architettura, le isole sono una festa per tutti i sensi.
Quando si arriva, si scopre ciò che veramente è l'arcipelago maltese: uno splendido quadro d'autore composto da sei isole (Malta, Gozo e Comino più tre isolette disabitate Filfla, San Paolo e Cominotto), traboccanti di storia, arte e cultura, che si ritrovano ovunque nel paesaggio e nell'architettura, con scenari emozionanti e prospettive antiche. Un microcosmo, meta privilegiata, in qualunque periodo dell'anno, da chi è alla ricerca di una autentica vacanza di mare.
A Malta sono tante le cose da vedere. Fenici, greci, romani, arabi, castigliani, francesi, britannici e soprattutto l'Ordine dei Cavalieri di Malta, hanno lasciato tracce indelebili del loro passaggio, tracce che danno vita ad un percorso culturale ricco e variegato, che abbraccia settemila anni, tutto da scoprire. A cominciare dalla Valletta, la splendida capitale barocca e Patrimonio Unesco, un autentico museo all'aperto. Passeggiando per le sue stradine strette punteggiate da una infinità di chiese con cupole rosso argentate, di piazze, di palazzi storici e popolate da cafè, ristoranti e locali alla moda, oppure camminando di notte tra i vicoli silenziosi della città medievale si provano emozioni uniche ed indimenticabili.
Le vicine Senglea, Bormla (Cospicua) e Vittoriosa (Birgù), tre cittadine affacciate sul Porto Grande, più antiche della capitale e da tutti conosciute come "le tre città", completano il quadro offrendo un'affascinante escursus sulla storia marittima dell'isola.
Nella parte occidentale di Malta si possono visitare Mdina, l'antica capitale, dove è facile ritrovare tracce importanti dell'antico splendore e Rabat una delle città più grandi di Malta che vale la pena di visitare per dare uno sguardo alla "vita" in epoca romana.
Ma i "pezzi forti" si trovano alla Valletta a cominciare dal Palazzo dei Gran Maestri, per i maltesi è semplicemente "il Palazzo", oggi per buona parte occupato dal Parlamento. Molto belli il "Salone degli arazzi", dove i membri dell'Ordine si riunivano in consiglio ed i pavimenti a mosaico decorati con gli stemmi dei 28 Gran Maestri che per 250 e passa anni hanno retto le sorti dell'Ordine dei Cavalieri di Malta. Altrettanto interessante il Museo delle Armature contenente una serie di reperti autentici e molto interessanti.
Poco distante la Casa Rocca Piccola (www.casaroccapiccola.com) un interessante palazzo del XVI secolo impreziosito da una infinità di mobili, pitture, argenterie e centinaia di pezzi di altissima qualità che prendono vita durante le visite guidate, il Palazzo Manoel (www.teatrumanoel.com.mt) un gioiello culturale, storico ed architettonico, indicato come uno dei teatri più antichi d'Europa, il Forte Sant'Angelo, la punta di diamante dell'eredità storico militare di questo arcipelago e l'Auberge di Castiglia e Portogallo, in origine un posto di ristoro per viaggiatori e pellegrini ed oggi sede della Presidenza del Consiglio maltese.
Il monumento più importante e prezioso di tutto l'arcipelago rimane comunque la Co-Cattedrale di San Giovanni, la chiesa conventuale dell'Ordine dei Cavalieri di Malta e trionfo dell'arte barocca. Costruita fra il 1573 ed il 1578, è divisa in tre navate - di cui quella centrale è dedicata alla "Vita di San Giovanni Battista" raccontata in modo mirabile dagli affreschi del pittore calabrese Mattia Preti - ed otto cappelle una più bella dell'altra. Splendido anche l'altare centrale costruito in marmo bianco e decorato con oro e lapislazzuli. Ma l'opera più famosa rimane la "Decollazione di San Giovanni" un grande dipinto (3 metri per cinque) esposto nell'Oratorio e considerato il capolavoro del Caravaggio.
Non rimarranno delusi neppure gli appassionati di archeologia. Infatti qui primeggiano tre siti Unesco (i Templi Megalitici, l'Hal Saflieni Hypogeum e la Valletta) ed una stupefacente concentrazione di aree archeologiche, fra cui sette templi megalitici, in ottimo stato di conservazione. Sull'isola di Malta i templi di Hagar Qim, Mnajdra e Tarxien sono opere architettoniche uniche.
L'arcipelago, grazie al suo splendido clima, è anche meta privilegiata di molti turisti che vengono da queste parti per praticare gli sport preferiti, per rilassarsi con una crociera fra le isole maltesi o semplicemente per crogiolarsi al sole in una delle tante località turistiche.
Infine prima di lasciare l'isola, non può mancare una visita al villaggio di Marsaxlokk (con il caratteristico mercato domenicale del pesce) una splendida cartolina dove il tempo sembra essersi fermato.
Gozo la magia dell'isola di Calipso. Quasi d'obbligo un salto a Gozo, a soli 25 minuti di traghetto da Malta, rifugio ideale per una parentesi di pace e tranquillità. Il fascino di Gozo colpisce non appena si scende dalla nave. Più verde (in estate è colorata da oleandri, bouganvillea e gerani), piccola e rurale rispetto a Malta, la vita a Gozo si svolge con più tranquillità. Tutto si sviluppa al ritmo delle stagioni, della pesca e dell'agricoltura. La campagna è interrotta da chiese barocche e cascine di tufo. La sua natura selvaggia e le sue coste spettacolari aspettano di essere esplorate. A Gozo bisogna assolutamente visitare Mdina, la città fortificata.
Ma Gozo è anche il luogo ideale per dedicarsi alle passeggiate, per crogiolarsi al sole lungo le spiagge rosse e dorate di Ramla Bay o praticare una miriade di sport. Questa però è anche l'isola mitologica per eccellenza essendo stata, secondo la leggenda, il rifugio di Calipso nell'Odissea di Omero. Il posto dove la ninfa tentatrice tenne Ulisse prigioniero per sette lunghi anni. Vista la bellezza del posto viene spontaneo chiedersi: ma siamo sicuri che Ulisse sia stato qui trattenuto contro il suo volere.

In barca alla Grotta Blu. La Grotta blu (www.bluegrottomalta.com.mt) è una pittoresca caverna naturale a strapiombo sullo splendido mare maltese e si trova a sud della città di Zurrieq. Può essere raggiunta in poco più di mezz'ora solo con le piccole e colorate barche da pesca maltesi che permettono di apprezzare anche lo scenario circostante, veramente mozzafiato. Infatti già il tragitto è qualcosa di unico ed incomparabile. Poi quando si arriva si rimane a "bocca aperta" di fronte a tanta bellezza. I raggi del sole che si insinuano fino a disegnare magnifici giochi di luce. Le scogliere che si ergono dal profondo blu del mare e ne riflettono i colori intensi e la schiuma delle onde che si infrange sulle rocce possono divenire un ricordo fotografico indimenticabile.

Malta by night. Ed alla sera ci si può tuffare nella "Malta by night" dei tanti cafè, ristoranti, casinò e club. St. Julian's (la località più grande), Bugibba, Mellieha e Marsascala sono le zone con la più alta concentrazione di locali notturni e bar. E per i più incalliti "tiratardi" anche un mix elettrizzante di feste, musica, balli ed iniziative che molto spesso continuano fino all'alba. Anche perché la vita notturna maltese non ha nulla da invidiare a quella di una qualunque capitale europea

Dove mangiare. Non c'è che l'imbarazzo della scelta. A Birgù si consiglia di assaggiare le prelibatezze di Del Borgo (www.delborgomalta.com) un winebar, wineshop e cafè che propone un delizioso menu valorizzato da un ambiente unico e da una fornitissima cantina. A Gozo invece merita una sosta golosa il ristorante Kartell con una splendida vista sulla baia di Marsalforn. Sempre a Gozo, di ottimo livello anche il ristorante Patrick's (www.patrickstmun.com) che propone una ottima cucina mediterranea dove trionfa il pesce sempre freschissimo.

Dove dormire. Alla Valletta si consiglia il Grand Hotel Excelsior (www.excelsior.com.mt) un albergo a 5 stelle con 428 stanze situato all'interno delle mura di fortificazione del XVI secolo della capitale maltese. Buono il rapporto qualità prezzo: in questo periodo una stanza costa poco più di 70 euro a notte. A Gozo invece si può optare per una sistemazione in una farmhouse, strutture a metà strada fra un B&B ed un agriturismo dotate di ogni comfort. Molto interessanti quelle proposte da Baron Group (www.barongroupmalta.com) in tipico stile gozitano. Molte di queste, pur se di categoria elevata e dotate anche di piscina privata, hanno prezzi molto contenuti.

 

Articolo già pubblicato su IL CENTRO di Ferrara, sul quotidiano on line Estense.com e su Natoconlavaligia.com

Stampa Segnala
Pubblicato in: Articoli
tag : prima pagina; Mare
L' articolo è stato visualizzato 1708 volte
Google
SEMPRE CON LE ALI AI PIEDI, Una vita da campione olimpionico - Fusta Editore Prefazione di Linus

Venice Marathon al via, 1.412 stranieri da 68 Paesi

LE PROPOSTE SELECT HOTELS COLLECTION PER HALLOWEEN

I VINI DEL TRENTINO PROTAGONISTI DELLA CUCINA D'AUTORE CON MATTEO GRANDI

SNOW NEWS, MERCATINI NATALIZI, UN NUOVO ALBERGO ALTERNATIVO "urban soul", E L'ESCLUSIVITA' DELL'HOTEL FORSTHOFGUT

KLM festeggia 95 anni con una promozione dall'Italia

NUOVE ESPERIENZE FORMATO FAMIGLIA PER GLI HOTEL PERUVIANI DI BELMOND

Mercoledì 8 ottobre, alle ore 18.00, al Casinò di Venezia-‐SpazioEventi, la giornalista e scrittrice Micaela Scapin presenterà il suo nuovo libro Scusate per il disturbo edito da LA TOLETTA edizioni di Venezia

TRENTINO CHARME WELLNESS D'AUTUNNO

Iscriviti alla Newsletter


LAZIO: SANDRO MARINI E TERESA CARRUBA VOTATI ALL'UNAMINITA'
A Bologna Rinnovate le cariche a Donatella Luccarini (delegato) e a Massimo Ferruzzi (vice delegato)
GIST TRIVENETO, CONFERMATI STEFANI E SINIGAGLIA
Premio GIST 2014 Turismo responsabile e sostenibile. Linee guida
CI HA LASCIATO ANNAMARIA
"Giornalismo qualificato nel web".
I partecipanti dei viaggi GIST 2012
Premiata Luciana Francesca Rebonato, Vicepresidente GIST al Malta Tourism Press Awards 2012
Onorificenza spagnola a Giancarlo Roversi
Scivolando sul filo dell'acqua

TURISMO. IL CINEMA E LE SUE LOCATIONS COME VEICOLO MONDIALE DI PROMOZIONE DEL TERRITORIO, SEMINARIO GIST A VENEZIA CON BUY VENETO

Il Gist al BuyVeneto: il cineturismo come leva di promozione

Nepal, in Mustang trekking nell'Ultimo Regno

Scusate per il disturbo, il nuovo libro della socia GIST Micaela Scapin

Allegrini Bacco & Muse

Allegrini Bacco &Muse

Turismo sostenibile e responsabile al convegno Gist

Nuovo prestigioso riconoscimento al nostro socio Jimmy Pessina, Infatti, stato insignito dal Presidente Giorgio Napolitano dell'Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana.

 

Copyright © 2007- 2008 GIST
Gruppo Italiano Stampa Turistica
Viale Montesanto 7 - 20124 Milano
tel. 334 8752991 email posta_gist@libero.it